Si muove a macchia di leopardo il mercato degli affitti in Italia per il 2016. Vi sono infatti, a fronte di contrazioni dei prezzi registrate nelle città del sud Italia, aumenti importanti in particolare al nord, con Trieste, Trento, Venezia e Milano che hanno visto crescere gli affitti, rispettivamente, del 10,3%, del 6,3%, del 2,1% e dell’1,7%; al nord fanno eccezione Bologna, Genova e Torino, con diminuzioni pari al -3.7%, -7.0% e -0,1%.


Per quanto riguarda gli affitti a Roma nel 2016, la crescita si attesta sul +1,8%, come evidenziato dal Rapporto sulle locazioni 2016 di Solo Affitti; si tratta di una rete immobiliare con 340 agenzie, specializzata nella locazione, che lo ha elaborato avvalendosi del supporto scientifico di Nomisma. Il presidente di Solo Affitti, Silvia Spronelli ha ricordato che dopo il rimbalzo del 2015 sembrano essersi stabilizzati, per il 2016, i canoni medi (-0,2%), ma il Paese rimane a due velocità e le differenze, tra città e città, sono ancora molto significative. Focalizzandosi sulle tipologie di appartamento, perde appeal il monolocale mentre crescono i prezzi per trilocali e quadrilocali.