Nella giornata di oggi dovrebbero conoscersi i dettagli della manovra economica che il Governo intende adottare per il prossimo anno, anche se a grandi linee già si conoscono i grandi temi. Non si conoscono, invece i dettagli delle coperture, quali tagli il Governo intende operare, quali nuove tasse, e ci saranno certamente più o meno occultate, per concretizzare la manovra.


Ormai si sa che sparirà Equitalia, sostituita da una nuova agenzia che dovrebbe rappresentare una faccia più umanizzata del prelievo fiscale, che il Governo ha intenzione di operare 10 mila nuove assunzioni, la maggior parte nel comparto sanità mas anche nella scuola e nelle forze dell’ordine e si parla anche di una rottamazione delle cartelle Equitalia e di una riproposizione dell’incentivo al rientro di capitali dall’estero.

Nel complessivo la manovra dovrebbe ammontare a 24,5 Miliardi di Euro ma ancora non sono certe le coperture: molto dipende da Bruxelles. Se il rapporto debito/Pil sarà accettato da Bruxelles a 2,3% sarà “solo” di un miliardo l’entità delle risorse ancora da reperire ma se, invece, la percentuale imposta dall’UE dovesse ridursi al 2,2%, allora la cifra salirebbe a 3,5 Miliardi e le difficoltà di reperimento delle coperture sarebbe decisamente superiore. Il documento licenziato dal Governo arriverà a Bruxelles soltanto il 22 di questo mese e si vedrà cosa l’UE deciderà.