Ammontano a 530 milioni di euro gli sgravi fiscali che la manovra prevede per le assunzioni al sud Italia. Una somma importante, prevista nell’atto ministeriale che il dicastero del Lavoro ha messo a punto per poi inviarlo alla commissione Bilancio alla Camera, che si sta occupando di un’attenta analisi della manovra. Si tratta di uno sgravio fino a 8.060 euro valido per tutte quelle imprese del sud Italia che il prossimo anno, nel 2017, assumeranno giovani fino a 24 anni oppure di almeno 25 anni ma disoccupati da un minimo di sei mesi.

Sarà l’Inps a gestire, come previsto nell’atto, la dota da 530 milioni di euro, che prevede anche incentivi per quelle imprese che trasformeranno, per i loro dipendenti, il tempo determinato in indeterminato o che favoriranno le assunzioni part time o l’apprendistato. Perchè la misura possa essere introdotta dunque non occorrerà una norma ad hoc da inserire nella manovra 2016-17: sarà sufficiente un atto, previa consegna già avvenuta del documento in commissione Bilancio.