Perdono l’intero oblò in fase di lavaggio. Si tratta di ben 2,8 milioni di lavatrici Samsung, che il colosso sudcoreano è stato costretto a ritirare aggiungendo un altro duro colpo a quello provocato dal ritiro del Note 7 in seguito ai numerosi episodi di esplosione della batteria. I modelli di lavatrici Samsung interessati da questo problema, sono quelli realizzati tra il mese di marzo 2011 e novembre 2016, un ampio lasso di tempo che include quasi 3 milioni di elettrodomestici. La notizia, mantenuta inizialmente sotto stretto riserbo, ha fatto il giro del web dopo la decisione, da parte di 700 clienti, di intentare causa contro Samsung in seguito ai danni subiti dal malfunzionamento della loro lavatrice.


Danni fisici, considerato che almeno nove di loro hanno riportato gravi lesioni come la frattura di una spalla e la rottura di una mandibola. Una situazione delicata dunque, anche perchè Samsung è seconda solo alla Apple nelle vendite. Ma nonostante i controlli e le necessarie verifiche ai modelli di lavatrici interessate dal problema, la Class Action dei consumatori potrebbe danneggiare pesantemente Samsung, che intanto si è trovata costretta a ritirare gli elettrodomestici ‘incriminati’.