Un pericolo privacy e dunque alla sicurezza degli utenti di Skype è stato confermato da una ricerca dalla quale emerge che gli hacker riuscirebbero a carpire informazioni preziose dal programma di messaggistica, ascoltando il rumore della tastiera e dunque dei tasti. Sicurezza Skype a rischio dunque? a quanto pare si, in particolare per chi utilizza la versione da desktop, poichè gli hacker hanno sviluppato la capacità di intercettare, ascoltando il rumore delle dita che pigiano i tasti sulla tastiera, quello che scrivono gli utenti e anche di capire quali password utilizzano.


La ricerca, frutto del lavoro di un team internazionale, con il coinvolgimento dell’università degli Studi di Padova e della Sapienza di Roma, oltre alla University of California, mostra risultati preoccupanti in merito alla privacy di Skype che può essere facilmente violata. Se si registrano i suoni relativi alla digitazione sulla tastiera di un pc ma anche di un portatile, un hacker ha la capacità di ricostruire l’intero testo digitato. Consigliabile invece usare l’app di Skype mediante dispositivi touch screen ovvero tablet e smartphone. Un grosso problema di privacy e non l’unico per Skype preso di mira anche da Amnesty International che ha attaccato il servizio Voip di Microsoft, considerato non sicuro.