Sarà un week-end all’insegna del maltempo quello del 5 e 6 novembre 2016, con piogge in diverse regioni, freddo ed il ritorno della neve in quota. Un’allerta maltempo dunque, che riguarda le Alpi, con nevicate previste a 1300 metri, ma anche le città dell’Italia centro-settentrionale, che saranno interessate, a cominciare da domani, dalla discesa di aria artica dalla Scandinavia, andando ad alimentare un’area di bassa pressione, che porterà ad un radicale mutamento della condizione meteo sull’Italia ma anche sul resto d’Europa.


Un’ondata di maltempo di stampo autunnale dunque, quella in arrivo nel primo week-end di novembre 2016: scendendo nel dettaglio, per sabato 5 novembre ci si aspetta, già a partire dalla notte di oggi e l’inizio del fine settimana, i primi fenomeni di maltempo con un peggioramento meteo che interesserà il nord ovest estendendosi, entro la tarda mattinata, alle altre regioni del nord italia ma anche a quelle centrali tirreniche con temporali e piogge intense tra Liguria e Toscana ma anche in Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Italia meridionale e Sardegna non dovrebbero essere invece interessate, mentre fenomeni sparsi potranno verificarsi in Abruzzo, Puglia, Molise, Marche ed in Campania. Domenica 6 novembre 2016 il maltempo persiterà sull’Italia ed in particolare su Levante ligure, Triveneto ed Alpi centro-orientali, con fenomeni intensi come piogge e temporali che interesseranno anche Friuli Venezia Giulia, Orobie e Dolomiti. Pioggia in arrivo anche sulla Sardegnna occidentale, sull’Umbria, in Toscana e nel Lazio, fino alla Calabria tirrenica. Rovesci in diminuzione in Piemonte e pressochè assenti nelle altre regioni, ad eccezione di fenomeni sparsi.