La psicosi dei cavalcavia pericolosi non accenna a scemare. Ieri sera, 4 novembre 2016, l’autostrada A4 è stata temporaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni all’altezza di San Polo, uno dei quartieri periferici della città di Brescia; una decisione conseguente ad uno specifico episodio: la caduta di calcinacci da un cavalcavia che sovrasta l’A4, nella fattispecie il ponte 218. Un episodio che ha subito riportato alla mente il tragico incidente di Annone, dove è caduto un intero cavalcavia provocando la morte di una persona, rimasta schiacciata all’interno della propria auto.


Oltre all’autostrada, chiusa per un periodo di tempo breve, è stato chiuso al traffico anche il ponte. Una doppia chiusura che ha provocato forti disagi con lunghe code in A4 in entrambe le direzioni; l’autostrada è stata riaperta al traffico in serata, dopo le verifiche tecniche e dopo aver messo il cavalcavia in sicurezza; fortunatamente i calcinacci caduti non hanno colpito auto o camion in transito e nessuno è rimasto ferito.