Rivoluzione per Philip Morris International che nel prossimo futuro potrebbe dire basta a tabacco e sigarette andando a puntare invece sulle sigarette a vapore Iqos. L’indiscrezione arriva dall’amministratore delegato di Philip Morris Regno Unito e Irlanda Martin Inkster il quale, interpellato dalla Reuters, ha dichiarato che è necessario vedere un futuro nel quale Philip Morris non metterà più in vendita delle sigarette sul mercato.

La più grande azienda di tabacco a livello mondiale dunque, potrebbe progressivamente andare a cancellare la produzione delle sigarette classiche’, anche a causa delle crescenti pressioni normative alle quali l’industria del tabacco deve sottostare. Philip Morris sta lavorando da molto tempo alla sigaretta a vapore Iqos, con investimenti importanti, pari a 3 miliardi di dollari. Questo prodotto è già presente su dodici diversi mercati tra i quali anche l’Italia, oltre a Giappone e Svizzera. Ma annualmente Philip Morris produce 870 miliardi di sigarette, dunque il percorso per la loro totale eliminazione è ancora lungo.